TOLTI I RAMI SECCHI SI VEDE DI NUOVO IL CIELO
Maggio 5, 2021
VOGLIA DI LEGGEREZZA
Maggio 17, 2021

Don Lorenzo Milani: MI STAI A CUORE

Il 3 maggio ci siamo unite ad Andrea, un carissimo amico, per vivere un piccolo pellegrinaggio a Barbiana, a Vicchio di Mugello, per “incontrare” e pregare don Lorenzo Milani. Abbiamo pensato che lui potesse aiutare i bambini, i ragazzi e i giovani; ispirarci delle vie per metterci a fianco dei nostri “figli” che stanno facendo fatica a vivere pienamente questa stagione della loro vita segnata dalla pandemia, manifestando piccoli o grandi disagi.

Abbiamo percorso a piedi l’ultimo tratto che porta al piccolo cimitero dove è sepolto don Lorenzo e alla Canonica annessa alla chiesa di Sant’Andrea, dove lui aveva dato vita ad una scuola innovativa, che preparava i ragazzi e i giovani alla vita, all’impegno civile e politico.

Un chilometro in salita che don Lorenzo percorse a piedi sotto la pioggia quando arrivò da “esiliato” per la prima volta a Barbiana (un luogo talmente piccolo da non essere neppure segnato sulla carta geografica di allora).

Abbiamo camminato pregando con il S. Rosario e ascoltato affascinate, il racconto della vita di don Milani fatto da Andrea, un’appassionato conoscitore di questa grande figura.

Abbiamo assaporato e gustato il silenzio e la bellezza di questo luogo immerso nella natura. Abbiamo cercato di ascoltare la voce profetica di un sacerdote che aveva dato vita ad una scuola in grado di aprire al sapere e alla vita.

Le sue posizioni radicali e critiche nei confronti della chiesa e della politica, non furono capite allora ma come ha espresso Papa Francesco, la sua inquietudine non era frutto di ribellione ma di amore e di tenerezza per i suoi ragazzi, per quello che era il suo gregge, per il quale soffriva e combatteva, per donargli la dignità che talvolta veniva negata. La sua era un’inquietudine spirituale alimentata dall’amore per Cristo, per il Vangelo, per la Chiesa, per la società e per la scuola che sognava sempre più come un “ospedale da campo” per soccorrere i feriti, per recuperare gli emarginati e gli scartati.

La realtà di Barbiana continua a interpellare il nostro presente: IL SILENZIO DIVENTA VOCE.

Papa Francesco in occasione della sua visita a Barbiana ha detto di don Lorenzo Milani che è stato trasparente e duro come un diamante, una bellissima immagine per sintetizzare la portata umana e spirituale di questo sacerdote. Guardando il grande cipresso che si erge davanti alla chiesa di sant’Andrea a Barbiana, si ha come l’impressione che vi sia un’altra immagine che rappresenta ciò che don Milani è stato per la Chiesa e per il mondo: un albero alto e robusto, che ha affondato le sue radici nella terra dell’umanità, costantemente drizzato verso il cielo, verso Dio, senza tentennamenti. Per Dio, in Dio e con Dio, come albero fecondo, si è donato ai suoi ragazzi. Profondamente radicato nel suolo ha saputo vivere radicalmente e senza sconti il Vangelo, interpretando la realtà a partire dal Vangelo.

Questo il Link del sito della FONDAZIONE DON MILANI che si occupa della canonica e la chiesa di sant’Andrea dove don Milani è stato parroco e la canonica dove ha vissuto e insegnato:https://www.donlorenzomilani.it/ C’è tanto materiale per conoscere questa bella figura che il Signore ci ha donato!

Inoltre proponiamo due interviste a due “ragazzi” della Scuola di don Lorenzo:

Queste alcune foto scattate… https://www.sorelleminori.it/natura-e-luoghi/